Ultimi Articoli

Distrofia, nella struttura tridimensionale del DNA segni dell'invecchiamento muscolare precoce
24 Febbraio 2020

Il gruppo di ricerca Pubblicato su The Journal of Clinical...

Dai mozziconi di sigaretta il substrato inerte per la crescita di piante ornamentali
24 Febbraio 2020

Al via un progetto di ricerca dell'Università di Pisa in...

Gli abitanti del Sahara, antico popolo di pescatori
24 Febbraio 2020

Una ricerca rivela la predominanza del pesce nella dieta degli...

Cambiamenti ambientali e rischio pandemie: la risposta è nello sviluppo sostenibile
23 Febbraio 2020

Un nuovo contributo pubblicato sulla rivista PNAS, con il coordinamento...

Un farmaco “carica-batterie” per spegnere i tumori
17 Febbraio 2020

Un nuovo studio coordinato dal Dipartimento di Medicina molecolare della...

L’olio fa bene al cervello, soprattutto negli anziani
17 Febbraio 2020

Identificato il ruolo anti-invecchiamento neurale in vivo di un componente...

Rose, garofani e petunie: la “petalosità” è dovuta a un gene troppo attivo
12 Febbraio 2020

Immagini: Foto 1: Nel DNA, qui rappresentato dalla sequenza delle...

Alla scoperta delle virtù salutari di due antiche varietà di mele Toscane
10 Febbraio 2020

Didascalia foto: a sinistra la mela Rotella, a destra la...

Venerdì, 10 Gennaio 2020
Venerdì, 10 Gennaio 2020 07:53

Vita, difesa e rigenerazione nelle ascidie


Le ascidie sono una classe piena di sorprese da scoprire. Espellono le loro interiora per difendersi dai predatori, ma la cosa più interessante è il loro potere rigenerativo. Ecco una breve immersione nel mondo di questi magnifici organismi marini. Le ascidie appartengono al phylum dei cordati. Un gruppo tassonomico che si caratterizza per la presenza di una struttura di sostegno, nota come notocorda dalla quale evolutivamente deriva la nostra colonna vertebrale.   morfologia degli stadi larvali delle ascidie evidenzia la presenza della notocorda nella coda, che poi però nello stadio adulto viene riassorbita insieme al tubo neurale. Durante l’epoca giovanile le larve nuotano libere nel mare fino a quando trovano un luogo adatto per stabilirsi in modo definitivo. Una volta ferme, le ascidie ingeriscono il loro ‘cervello’ e il tratto di sostegno caudale, entrambi non più necessari per lo stile di vita sessile sul fondale roccioso che hanno scelto per trascorrere il resto del loro ciclo biologico. La scoperta della caratteristica struttura dei cordati all’interno di questa classe risale al 1846, quando Thomas Henry Huxley si imbarcò sulle navi della marina inglese come assistente chirurgo così da poter ripagare i debiti contratti da suo padre.

Pubblicato in Ambiente

Medicina

Distrofia, nella struttura tridimensionale del DNA segni dell'invecchiamento muscolare precoce

Distrofia, nella struttura tridimensionale del DNA segni dell'invecchiamento muscolare precoce

24 Febbraio 2020

Il gruppo di ricerca Pubblicato su The Journal of Clinical...

Paleontologia

Gli abitanti del Sahara, antico popolo di pescatori

Gli abitanti del Sahara, antico popolo di pescatori

24 Febbraio 2020

Una ricerca rivela la predominanza del pesce nella dieta degli abitanti del Sahara di...

Geografia e Storia

La terra brucia, roccia più calda e meno stabile

La terra brucia, roccia più calda e meno stabile

18 Novembre 2019

È stato misurato l’attimo esatto in cui scompare il permafrost in una grotta delle...

Astronomia e Spazio

Fotografato il getto relativistico prodotto dalla sorgente GW170817

Fotografato il getto relativistico prodotto dalla sorgente GW170817

22 Febbraio 2019

Un team internazionale di ricercatori ha analizzato dati provenienti da 33...

Scienze Naturali e Ambiente

Dai mozziconi di sigaretta il substrato inerte per la crescita di piante ornamentali

Dai mozziconi di sigaretta il substrato inerte per la crescita di piante ornamentali

24 Febbraio 2020

Al via un progetto di ricerca dell'Università di Pisa in collaborazione...

 

Scienzaonline con sottotitolo Sciencenew  - Periodico
Autorizzazioni del Tribunale di Roma – diffusioni:
telematica quotidiana 229/2006 del 08/06/2006
mensile per mezzo stampa 293/2003 del 07/07/2003
Scienceonline, Autorizzazione del Tribunale di Roma 228/2006 del 29/05/06
Pubblicato a Roma – Via A. De Viti de Marco, 50 – Direttore Responsabile Guido Donati

Photo Gallery