N. 92 della rivista Research*eu: Biodiversità: un nuovo accordo per la natura

European Commission, CORDIS 22 Mag 2020
50 volte



L’ultimo numero della rivista Research*eu è ora disponibile in formato PDF, accessibile e gratuito.


La biodiversità rende possibile la vita: ci nutre, fornisce innumerevoli benefici per la salute e offre addirittura molte opportunità di lavoro e crescita economica (turismo, tecnologie verdi, sforzi di conservazione, ecc.). Sia che si tratti di un immacolato litorale sabbioso dall’acqua chiara e cristallina, di una brughiera brontiana selvaggia e battuta dal vento, di una foresta pluviale tropicale che pullula di vita o addirittura del parco locale in fondo alla via, gli esseri umani vivono all’interno di una relazione simbiotica complessa e sempre più fragile con la natura e la biodiversità che ci circonda.
Prima che la COVID-19 scuotesse il mondo, la tutela della biodiversità, la conservazione e, ovviamente, i cambiamenti climatici erano costantemente al centro dell’agenda globale. Una volta terminata la crisi attuale, tali questioni riacquisteranno molto probabilmente rilevanza. Forse verranno alla luce anche nuovi punti di vista di dibattito e analisi su questi argomenti che non godevano prima di una così alta considerazione, perché senza alcun dubbio, quando si sarà depositato il polverone della crisi attuale, molti scienziati, responsabili politici e cittadini potrebbero tutti essere troppo contenti per discutere della misura in cui la nostra attuale relazione con l’ambiente naturale abbia contribuito all’aumento e alla proliferazione della pandemia.

Inoltre, anche senza la dimensione supplementare introdotta così bruscamente dal SARS-CoV-2, il modo in cui l’umanità riformula la propria relazione con il mondo naturale negli anni a venire, in particolare in merito alla tutela di habitat e biodiversità, ha sempre rappresentato un’importante transizione che avrebbe aiutato a definire la storia del XXI secolo. Gli ecosistemi sani offrono un ingrediente vitale nella lotta contro i cambiamenti climatici, ma sono attualmente minacciati dall’espansione urbana, dall’inquinamento, dall’agricoltura intensiva e dalla deforestazione, tra gli altri rischi.
L’UE è impegnata nei confronti di ecosistemi sani e tutela della biodiversità, sia all’interno dell’Europa che nel resto del mondo. L’UE sostiene inoltre la ricerca sulla biodiversità attraverso il programma Orizzonte2020 e, come sottolineato dai sette progetti che presentiamo, vengono trattati diversi aspetti.

Altri argomenti di questa edizione includono i seguenti punti salienti:
Proteine ospiti coinvolte nelle barriere fra specie delle infezioni virali
Regimi di espulsione: aggiungere una nuova prospettiva ai dibattiti pubblici e politici
Innovazioni per le ferrovie europee offrono uno sguardo sul futuro di passeggeri e merci
Le eruzioni vulcaniche del passato contribuiscono a svelare il clima del futuro
I megadati contribuiscono a ridurre l’impatto ambientale della silvicoltura sugli ecosistemi boschivi
Polimeri derivanti dai rifiuti della frutta forniscono materiali da imballaggio biodegradabili
La soluzione integrata virtualizzata di fog ed edge computing favorisce la connettività a bassa latenza
Il rilevatore più potente di eventi cosmici più estremi è prossimo alla costruzione
Perché alcune femmine scelgono di avere più compagni

La rivista Research*eu è la principale fonte d’informazione per tutti i risultati dei progetti scientifici finanziati dall’UE. Riguarda un ampio spettro di temi scientifici ed è pubblicata dieci volte all’anno in inglese (e in altre cinque lingue per l’edizione online).

Per maggiori informazioni o per abbonarsi gratuitamente, leggere la nuova edizione online o scaricarla in PDF all’indirizzo:

https://cordis.europa.eu/article/id/418089-biodiversity-new-deal-for-nature/it

Vota questo articolo
(0 Voti)

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

 

Scienzaonline con sottotitolo Sciencenew  - Periodico
Autorizzazioni del Tribunale di Roma – diffusioni:
telematica quotidiana 229/2006 del 08/06/2006
mensile per mezzo stampa 293/2003 del 07/07/2003
Scienceonline, Autorizzazione del Tribunale di Roma 228/2006 del 29/05/06
Pubblicato a Roma – Via A. De Viti de Marco, 50 – Direttore Responsabile Guido Donati

Photo Gallery